La Sizza del lunedì.

Nel tentativo ardito di nazionalizzare il blog, mi prostrerò alle regole del mercato per, come direbbe mister Delneri, ‘portare avanti un discorso di calcio importante’. Inauguro quindi, nell’ultima giornata di andata, la rubrica ‘La Sizza del lunedì‘, copiando spudoratamente gli amici di Lacrime di Borghetti, che oltre ad un resoconto sulle ‘ultime’ dal mondo VV, si occuperà di curiosità, polemiche e torti arbitrali (ma anche no) del calcio nostrano e non. Siccome c’ho ‘na vita anch’io mi limiterò a qualche sporadico e telegrafico spunto. Questa ‘rubrica’ non ha alcuna pretesa di obiettività, nessuna volontà di essere amica del Milan e va letta tra le righe.

Milan: Individuato uno dei responsabili dei ‘buu’ razzisti contro Kevino Principe di Boateng nell’amichevole infrasettimanale tra Pro Patria e Milan. E, come spesso accade, la serpe è in seno. Trattasi di uno studente-assessore alle politiche giovanili, leghista, del comune di Corbetta, tale Riccardo Grittini che, come si evince dalla foto segnaletica, sembra un portoricano mancato. Non entro nel merito di fischi, insulti, lanci di banane e simulazioni di accoppiamenti tra scimmie: non sono razzista e quando vado allo stadio manco urlo. Mi chiedo, più che altro, tre cose: 1) E’ noto l’effetto-contagio che fa regredire il tifoso medio da curva. Se ci aggiungete che la capigliatura di Boateng è un insulto all’evoluzione umana e all’occidentalizzazione, quello che è accaduto a Busto Arsizio, mi pare una normale e umanissima reazione di sdegno. 2) Mi chiedo quanto venga retribuita la capacità di sopportazione di Kevin Prince Boateng, 7-800 volte di più di un operaio specializzato dell’hinterland bergamasco? E allora zitto e gioca. 3) Siamo veramente certi che fare il verso della scimmia sia ontologicamente un comportamento peggiore di figlio-puttanizzare l’arbitro o ingiuriare un allenatore per il suo parrucchino? In fin dei conti a me non torna tanto l’accoppiata scimmia-giocatore di colore. Solo perché le scimmie stanno in Africa? O forse solo perché Boateng si bomba Melissa Satta? Ma di che cazzo parlano Melissa Satta e Boateng?

Inter: Stramaccioni, giunto ai microfoni di Sky con un’insolita pettinatura alla alfa-alfa, è l’unico nell’universo conosciuto ad aver visto un rigore per l’Inter che, a suo dire, avrebbe cambiato la partita. Dopo aver visto le immagini, Stramaccioni si è scusato dicendo che si riferiva ad un Inter-Catania dell’anno passato.

Juventus: Allo Juventus Stadium il fantasma di Ciro Ferrara si impossessa di Antonio Conte al momento di preparare la formazione. Ferrara che il panettone non l’ha mangiato, o l’ha ingollato indigesto, si è preso le sue rivincite suggerendo a Conte di schierare dall’inizio Padoin, De Ceglie e il neo-acquisto Peluso. Persino Buffon, preso male che voleva farsi la vacanza con la Seredova a Los Roques, mentre Conte ha imposto allenamenti anche a capodanno, ha deciso che una Samp sotto 1-0 ed in dieci uomini, doveva avere la sua chance. Sicché si fa infilare due volte da mister Icardi che l’ho visto giocare una volta e mi era sembrato una pippa senza precedenti.

Napoli: In secondo piano il 4-1 alla Roma, tutta la partita si gioca nel post partita con un Mazzarri fuori di sé per motivi di cui a noi non frega un cazzo. Ironizza sulla fortuna del Napoli e sulla Cavani-dipendenza. Con quel pizzico di egotismo al quale ci ha abituati, egli ritiene che a qualcuno fuori da Napoli possa importare qualcosa della sua squadra e del 3-5-2 che lui ha inventato nel 1927. Ma bafanculo. Camomillati.

Athletic Club: Perde male a Levante. Espulso Amorebieta che fa anche le bizze per il rinnovo del contratto. Bielsa ha sempre meno in mano le redini di una squadra e, ormai fuori da tutto, questa rischia di trasformarsi in una annata tragica. Si sente l’assenza di Javi Martinez, passato al Bayern nell’ultimo giorno del mercato estivo, che da solo tiene due reparti. Llorente ormai è bianconero e se non ci fosse Aritz Aduritz sarebbe segunda assicurata. Proprio quest’anno che mi ero deciso ad acquistare la maglietta.

ViaVerdi: Stasera riprendono gli allenamenti dopo 15 giorni di pausa invernale. Il campionato riprende tra poco meno di un mese ma in mezzo ci sono i due ricuperi che devono dare punti e morale. La truppa ha mangiato e bevuto bene durante le vacanze e ci vorrà un po’ per trovare la forma. Possibile una amichevole a breve contro il Fancy Amatori Tauriano.

Annunci

2 comments

  1. sr. dionigi · gennaio 11, 2013

    ciao sizza. volevo solo ribadire che anche secondo me icardi è una pippa senza precedenti, quindi siamo in due. la partita incriminata è stata – per quanto mi riguarda – il derby.
    poi ci tenevo a dire che la sera del 2 gennaio ho cenato a udine. ero stanco per aver guidato da vienna con la febbre, e però quando ci siamo seduti alla tavernetta tutto è cambiato. da uno del luogo volevo sapere cosa ne pensi di quel posto; a me è piaciuto un sacco, sono stato proprio bene. sono stato contento di finire lì il mio viaggio. ci hanno pure dato le noccioline americane prima di andar via, per accompagnare l’ennesimo giro di grappa offerto dai due simpatici proprietari. ecco dopo che ho trasformato il tuo blog in tripadvisor ti saluto. sr. dionigi

    • cormacmaccarthy · gennaio 11, 2013

      C’è un’accoglienza vecchio stampo nel cuore del Friuli. E’ un modo di fare cortese e non invadente. diciamo che dipende da dove vai, con l’imperante trionfo per le vie del centro, degli anonimi cocktail bar minimal, devi cercarle col la lucerna le osterie. Il carattere Friulano, quello doc, è austro-terronizzato. Né completamente europei, né totalmente italioti. Conserviamo un’ingenuità un po’ ottusa nell’onestà, questo perchè tendiamo a massificarci tra di noi (come quelli che scopano la cugina e ne esce fuori un figlio bellissimo, fortissimo, ma totalmente beota). E non dimentichiamo: qui si beve, Ahimé il mio congenito fegato malandrino mi avvisa in anticipo quando arriva la soglia del collasso e quindi mi contengo decorosamente. Ci sono due modi di essere friulano: 1) stare con altri friulani. 2) stare da soli. E siccome teniamo le cartucce migliori nelle occasioni conviviali, quando facciamo festa, la facciamo fino in fondo. Stiamo diventando choosy.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...