Derby derrotado

Lunedì da derby in casa VV contro il Quartiere Primo Maggio. Partita molto sentita dalla dirigenza anche perché salverebbe una stagione che tra ombre e oscurità sta regalando poche gioie ai pochi tifosi neroverdi. La sconfitta per 3-1, tuttavia, non ridimensiona i progressi notati in queste settimane in situazione di piena emergenza di formazione. L’undici iniziale vede in porta Fantin, linea difensiva a quattro: Ragogna, Sforzin, Krasilnikov, Fabio Vivian. Centrocampo con il ritorno dal primo minuto di capitan Devid Alba, Mior, Cataldi, Pascu. Attacco con Trevi e Grizù. L’errore di Fantin costa il primo gol della gara, nella nebbia più fitta, tanto che l’arbitro più volte è in procinto di sospendere la gara. L’estremo difensore rinvia addosso all’attaccante Maggese ed è 0-1. Il pareggio è opera di un Andrea Trevi in grande spolvero che dopo le traverse e le occasioni fallite contro l’Ellepi si riscatta insaccando un bel gol nel derby. Vola l’entusiasmo ma da un innocuo cross arriva l’1-2 del Quartiere. Difesa sempre un po’ in bambola e più di un gol a partita non lo si mette. Bisognerebbe stagnare quelle falle per racimolare qualche punticino che rispecchierebbe meglio il reale valore dell’equipo.

Il secondo tempo, oltre al caligo, sale anche molto nervosismo. Il derby è sentito da tutte e due le formazioni e nel grigiore che avvolge il ‘Dei Pioppi’ c’è spazio per qualche colpo proibito. Ma il colpo del ko lo consegna nelle mani del Quartiere (sempre più secondo in classifica) l’arbitro che regala un rigore che chiude i conti. Si sa che la VV cala nella seconda parte della gara e dopo l’1-3 la partita è praticamente finita. Si arriva alla pausa natalizia con ancora 2 partite da recuperare con una classifica che si qualifica da sola. Due soli punti e una media di 2,5 gol a partita subiti. Non un bottino di cui andar fieri. I campi pesanti di questo piovoso e freddo fine di autunno non aiutano la leggerezza tecnica dei Verdi, ma siamo certi che nella seconda parte della stagione le cose andranno per il meglio. Primo obiettivo del 2013 è avere fiducia nei propri mezzi e lasciare l’ultimo posto in classifica. Se centrassimo questi obiettivi potremmo dire di aver davvero salvato, sul campo, una stagione. Perché fuori dal campo ci diamo sempre un sacco da fare.

Aupa Verde!

Annunci

2 comments

  1. Yury · dicembre 18, 2012

    Fabio Vivian.
    Difesa Baz, Yury, Fabio e Giuseppe ( Cataldi ).
    Centrocampo Pascu, Papavero Enrico, Alba e Mior.

    • cormacmaccarthy · dicembre 18, 2012

      Alessandro LC mi manda formazione sbagliata via sms. Una roba doveva fare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...